home
Visualizza in modo classico
 

SAF Roma - Corso di contabilità aziendale *

2° modulo 19 - 22 - 26 - 29 marzo 2019

Il corso, organizzato in due moduli, ha l’obiettivo di illustrare innanzitutto le regole di tenuta delle scritture contabili e di redazione del bilancio di esercizio.
Il metodo adottato consente la comprensione immediata delle logiche economiche, contabili e giuridiche che regolano la materia.
Vengono, in parallelo, esaminate le principali differenze esistenti tra i principi contabili e quelli che regolano la determinazione del reddito d’impresa ai fini dell’IRPEF e dell’IRES.
Sono illustrate anche la disciplina dei rapporti tra la fiscalità della società e quella dei soci e dell’accertamento nei riguardi degli stessi soggetti.
Le regole di redazione del bilancio di esercizio e i principi generali di determinazione del reddito d’impresa sono analizzate tenendo conto delle principali modifiche introdotte dall’OIC ai principi contabili nazionali.

La partecipazione all'intero corso permetterà il riconoscimento di 40 crediti formativi, validi anche per la formazione dei revisori legali di fascia B (C.1.1 - Bilancio di esercizio).

E' prevista inoltre una riduzione del 20% sull’intera quota, riservata agli iscritti del Registro Tirocinio.


alt Consulta il programma - Iscriviti al corso 

* Il corso è parte del percorso di specializzazione SAF “Dal bilancio al reddito d’impresa”, la cui frequenza permette di maturare un totale di 200 crediti validi per due trienni formativi e di ottenere il titolo di specializzazione in Diritto Tributario

 

 

SAF Roma - Corso di specializzazione - I "nuovi" principi OIC *

21 - 28 marzo; 4 - 11 - 18 aprile; 9 - 16 maggio 2019

La riforma che ha avvicinato le regole di predisposizione dei bilanci delle imprese ITA GAAP ai principi IAS/IFRS ha rappresentato un importante momento di svolta della disciplina delle regole contabili applicate dalle imprese italiane.
In conseguenza delle importanti novità intervenute, l’OIC ha profondamente rinnovato il set dei principi contabili nazionali, approvando una serie di nuove versioni degli stessi e fornendo alcune interpretazioni nella propria newsletter.
E’ stata altresì introdotta una disciplina fiscale coerente con le nuove regole di bilancio - sia pure con alcune peculiarità - e le disposizioni attuative sono state adottate con successivi decreti ministeriali.

Il corso ha l'obiettivo di consentire ai Dottori commercialisti, che si trovano in prima linea nell’applicazione di queste importanti e complesse novità, di approfondire il contenuto e le conseguenze civilistiche e fiscali di alcuni principi contabili particolarmente complessi, quali quelli relativi ai crediti e ai debiti, ai beni materiali e immateriali e ai costi pluriennali, ai prestiti obbligazionari e ai finanziamenti infragruppo, ai derivati di copertura e ai lavori in corso su ordinazione.

Sono, inoltre, affrontate le problematiche concernenti la gestione da parte delle microimprese del “triplo binario” contabile, IRES e IRAP.
Il corso sarà tenuto da Dottori commercialisti dell’Ordine di Roma e da funzionari dell’Agenzia delle Entrate.

La partecipazione all’intero corso permetterà il riconoscimento di 35 crediti formativi, validi anche per la formazione dei revisori legali di Fascia B (C.1.2. - Principi contabili Nazionali).


alt Consulta il programma - Iscriviti al corso

Il corso è parte del percorso di specializzazione SAF “Dal bilancio al reddito d’impresa”, la cui frequenza permette di maturare un totale di 200 crediti validi per due trienni formativi e di ottenere il titolo di specializzazione in Diritto Tributario

 

 

SAF Roma - Il reddito d'impresa

12 - 19 aprile; 3 - 10 - 17 - 24 - 31 maggio; 7 - 14 - 21 giugno 2019

La finalità del Corso di specializzazione sul reddito d’impresa
è di fornire gli strumenti e le metodologie necessari per inquadrare sistematicamente la materia e affrontare in modo efficace e pratico sia le questioni interpretative che quelle applicative.

Il numero chiuso assicura il confronto e lo scambio immediato tra le esperienze dei discenti e quelle dei docenti, provenienti da tutte le esperienze lavorative (mondo professionale e di azienda, pubblico e privato), in grado di coniugare la cultura giuridica con quella aziendale e professionale.

 

alt Consulta il programma - Iscriviti al corso

 

 

La rinuncia dei soci alla restituzione dei crediti

Attenzione: apre in una nuova finestra. Avvisa un collegaE-mail

La rinuncia ai crediti da parte dei soci è un'operazione che pone l'operatore di fronte a numerose difficoltà pratiche di non facile gestione, soprattutto in materia tributaria.

Le principali questioni che si pongono riguardano la determinazione della parte eccedente il valore fiscale del credito - costituente sopravvenienza attiva in capo alla società -, la rinuncia parziale, di quella internazionale e l'obbligo di produrre una dichiarazione sostitutiva del valore fiscale del credito, pena l'azzeramento dello stesso.

Inoltre, la diversa natura dei crediti a cui i soci possono rinunciare produce effetti ai fini della determinazione dell'ACE e ha indotto l’Amministrazione finanziaria ad introdurre la teoria dell'incasso giuridico.

Inoltre le rinunce ai crediti possono comportare una penalizzazione in capo ai soci che non rinunciano o che lo fanno senza che emerga, però, alcuna sopravvenienza.

Nella ricerca, tali questioni sono affrontate con un approccio che mira a far convergere le istanze scientifiche con quelle pratiche, trattando sistematicamente, oltre le problematiche tributarie, anche i profili civilstici, commerciali e contabili.

Leggi il documento

 

 

New... Moduli corso "Aldo Sanchini" 2019

Attenzione: apre in una nuova finestra. Avvisa un collegaE-mail

La Scuola di Formazione Professionale “Aldo Sanchini” ha organizzato per l’anno 2019 la quindicesima edizione del Corso di formazione generale per la professione di Dottore Commercialista e di Esperto Contabile che si articola in 232 ore di lezioni.
All’interno del corso è possibile acquistare anche solo alcune giornate, al costo di euro 50,00 (Iva esente) l’una.
Di prossimo avvio il modulo relativo alle strutture societarie e ai modelli di governance, per un totale di 32 ore di formazione dedicate alle società di persone e alle società di capitale, alle cooperative, alla funzione del collegio sindacale e dell’organismo di vigilanza, all’organo amministrativo, al terzo settore e agli Enti non profit.

Clicca qui per entrare nella sezione moduli corso "Aldo Sanchini"

 

 

Corso di formazione Antiriciclaggio: Cosa cambia con le regole tecniche

22 febbraio e 22 marzo 2019

Il corso ha l’obiettivo di illustrare gli adempimenti connessi al coinvolgimento dei professionisti nella lotta al riciclaggio, in particolare a seguito della emanazione delle “Regole tecniche” per gli iscritti nell’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.


Le nove ore - distribuite in due mezze - giornate permetteranno ai partecipanti il conseguimento di 9 crediti formativi riconosciuti per:

  • il completo assolvimento dell’obbligo formativo in materia di antiriciclaggio sia dei professionisti sia dei loro dipendenti e collaboratori (3 crediti per anno);
  • il completo assolvimento dell’obbligo di formazione triennale nelle materie obbligatorie richiesto agli iscritti nell’Albo dei Commercialisti e  degli Esperti Contabili (9 crediti nel triennio);
  • l’assolvimento dell’obbligo di formazione continua dei Revisori Legali nelle materie Gruppo C (materie non caratterizzanti) – codice materia B.4.1 – per gli Iscritti nell’Albo e nel Registro.

    alt Consulta il programma - Iscrizioni
    chiuse

 

 

Scuola di Formazione Professionale "Aldo Sanchini" 2019

Aperte le iscrizioni al XV corso di formazione per la preparazione all'esame di Stato

La Scuola di Formazione Professionale “Aldo Sanchini” ha organizzato per l’anno 2019 la quindicesima edizione del corso di formazione generale per la professione di Dottore Commercialista e di Esperto Contabile, che si articolerà in 232 ore di lezioni ed esercitazioni, tra le quali simulazioni dell’esame di Stato, con svolgimento in aula dei temi da parte dei docenti.
Le lezioni si terranno presso la facoltà di Economia “Sapienza Università di Roma” in Via del Castro Laurenziano n. 9 (aula V), secondo un calendario che prevede due appuntamenti settimanali, il lunedì e il giovedì dalle ore 14:30 alle ore 18:30.
Il corso costituisce un importante ed utile strumento per coloro che si accingono a sostenere l’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione.
Il programma è stato concepito per consentire anche a tutti i professionisti già abilitati di partecipare al corso al fine di adempiere agli obblighi formativi previsti dalla normativa vigente.
E’ possibile frequentare l’intero corso o solo parte delle lezioni. Per ciascuna ora di lezione e con la presenza di almeno due (2) ore per ciascun incontro, viene riconosciuto un (1) credito formativo.
Le lezioni sono tenute da docenti qualificati scelti tra dottori commercialisti, professori universitari, avvocati, magistrati, notai e funzionari dell’Agenzia delle Entrate che si distinguono per le esperienze professionali maturate nei rispettivi settori di intervento.

Il corso non è sostitutivo del tirocinio.
Ci sono ancora posti disponibili.

alt 
Leggi il programma 2019 - altIscriviti all'intero corso - altIscriviti alle singole giornate

 

 

New... CSR "Sustainable Enterprise Risk Management"

Attenzione: apre in una nuova finestra. Avvisa un collegaE-mail

Il processo evolutivo dell’ERM per integrare i principi della Sostenibilità.
Con una novità recentissima, l'art. 1, co. 1073 della legge 145/2018, al fine di rafforzare la comunicazione di informazioni di carattere non finanziario, modifica l'art. 3 co. 1, lett. c) del D. Lgs. 254/2016, stabilendo che la dichiarazione di carattere non finanziario deve descrivere anche le modalità di gestione dei rischi individuati dalle imprese .
Il lavoro di Pier Paolo Baldi può essere quindi di grande aiuto per ricordare in che modo sia opportuno verificare come può essere implementata l'analisi e la gestione dei rischi non finanziari, in un corretto approccio di Sustainable Enterprise Risk Management a mezzo di una “matrice” che, se correttamente impostata, può mettere a sistema le diverse fasi del monitoraggio e del governo dei rischi, rappresentando uno strumento di analisi utile a livello strategico ed operativo-gestionale a disposizione degli organi societari e di controllo.

23 gennaio 2019 – G.C. – Pier Paolo Baldi

>>> 
Clicca qui per leggere l'articolo ed entrare nella sezione Corporate Social Responsibility 

  

 

 

IPSOA Quotidiano - Abbonamento per gli Iscritti

Attenzione: apre in una nuova finestra. Avvisa un collegaE-mail

Grazie alla partnership stretta dalla Fondazione Telos con Wolters Kluwer Italia, da oggi e fino al 30 settembre 2017, gli Iscritti all’Odcec di Roma potranno attivare gratuitamente un abbonamento per un anno a IPSOA Quotidiano. Si tratta di un servizio di aggiornamento on line multidisciplinare, che ogni giorno fornisce informazioni su fisco, lavoro, società, bilancio e contabilità, gestione e organizzazione delle imprese, finanziamenti e agevolazioni. Ogni giorno news, approfondimenti, interviste, rassegna stampa, dossier e speciali monotematici, tabelle, esempi di calcolo, tavole sinottiche, scadenze e adempimenti.

Notizie costantemente aggiornate durante tutto l’arco della giornata: la newsletter del mattino anticipa le principali novità, quella della sera riepiloga le notizie e i commenti degli autori pubblicati nel corso della giornata. Sarà anche possibile scaricare e stampare l’edizione digitale in PDF.

Il servizio è inoltre arricchito dalla rubrica “Cosa cambia”, dall’“Osservatorio delle eccellenze” del made in Italy, dalla sezione "Come fare per" che attraverso schede sintetiche approfondisce i singoli adempimenti.

Per attivare l’abbonamento gratuito è necessario effettuare il login nel sito dell’ODCEC di Roma inserendo le proprie credenziali e successivamente cliccare sul link indicato in homepage.

 

 

Dopo i Voucher: Analisi e suggerimenti

Attenzione: apre in una nuova finestra. Avvisa un collegaE-mail

Scevro da ogni lettura di carattere ideologico, il lavoro della Commissione si è concentrato sull’analisi, ancorché sintetica, di alcune peculiarità oggettive dello strumento.
In particolare, attraverso l’esame delle caratteristiche proprie dello strumento recentemente abrogato, di una panoramica delle analoghe esperienze di altri paesi europei e degli aspetti che connotano alcuni strumenti alternativi, il lavoro è giunto alla disamina dei punti deboli della normativa oggi approvata.
La summa delle diverse esperienze ha condotto, in conclusione, alla indicazione di alcuni parametri che possano fornire le linee guida per la proposta di uno strumento che contemperi le diverse esigenze degli attori coinvolti: lavoratori, committenti e Stato.
Alla luce di quanto è stato legiferato e che in parte riprende alcune delle nostre proposte, si fornirà a un approfondimento nel merito oltre ad istituire un osservatorio che tenderà a monitorare l’evoluzione della normativa e ne analizzi l’impatto sulle aziende e i contribuenti utilizzatori.

Leggi il documento

 

 

Master di secondo livello Fiscalità Immobiliare

Attenzione: apre in una nuova finestra. Avvisa un collegaE-mail

L’Università degli Studi di Roma La Sapienza promuove la prima edizione del Master “Fiscalità Immobiliare” con la partecipazione dell’Agenzia delle Entrate, di Assoimmobiliare, di BNL e della Fondazione Nazionale dei Commercialisti. Obiettivo del Master è realizzare un percorso formativo di alto profilo, finalizzato a fornire ai partecipanti gli strumenti per meglio comprendere e affrontare tutti i temi legati alla fiscalità degli immobili. Articolato in 6 moduli didattici, da febbraio 2017 a gennaio 2018, con 365 ore di lezioni, tenute da Docenti dell’Università, Funzionari dell’Agenzia delle Entrate, rappresentanti delle Associazioni Imprenditoriali e professionisti, prevede anche lo svolgimento di Seminari, Tavole Rotonde e Case Study.

Per informazioni ed iscrizioni consulta: 
http://www.uniroma1.it/didattica/master/2015/fiscalit%C3%A0-immobiliare
Attenzione. Il bando per la partecipazione scade il 31 Gennaio 2017

 

 

Imprese non fallibili e strumenti per la soluzione dello stato di crisi: opportunità, limiti e problematiche di applicazione pratica della normativa del sovraindebitamento (L. 3/2012)

Attenzione: apre in una nuova finestra. Avvisa un collegaE-mail

La legge 3/2012 ha posto riparo ad un evidente vuoto normativo inerente ai rapporti patrimoniali tra debitori e creditori; vuoto normativo reso ancor più dannoso in presenza della introduzione e dell’innalzamento delle soglie quantitative di fallibilità per le imprese.
La legge 3/2012, affinata dalle successive modificazioni apportate, ha tracciato un percorso concorsuale o “para concorsuale” per tutte le situazioni di soggetti, imprenditori e non, affetti da “sovra indebitamento” (tale intendendosi il livello di debito eccedente quello normale e fisiologico, sia per l’impresa, sia per il soggetto/consumatore).
Con la redazione de lavoro editoriale “Imprese non fallibili e strumenti per la soluzione dello stato di crisi: opportunita’, limiti e problematiche di applicazione pratica della normativa del sovraindebitamento (L.3/2012)” la Commissione di Diritto dell’Impresa dell’ODCEC di Roma ha voluto fornire ai colleghi un compendio della normativa e spunti di ipotesi applicative, in particolare per l’ambito imprenditoriale.

Il presidente della Commissione di Diritto dell’Impresa dell’ODCEC Roma - Dott. Stefano Pochetti

alt Leggi il documento

 

 

I trust nella vicenda successoria e le donazioni indirette

Attenzione: apre in una nuova finestra. Avvisa un collegaE-mail

Nel panorama delle successioni ereditarie il nostro ordinamento, da circa un ventennio a questa parte, ha riconosciuto nel trust successorio un nuovo strumento di gestione del patrimonio che tende a garantire al disponente il passaggio generazionale della propria attività e/o l'attribuzione del patrimonio a determinati o determinabili beneficiari senza incorrere nelle troppo stringenti limitazioni disposte per i classici istituti già previsti nel nostro sistema. Una delle peculiarità dell'istituto è la sua spiccata adattabilità alle esigenze che possono interessare i diversi disponenti. Con il presente lavoro, la Fondazione Telos propone un quadro d'insieme dell'istituto, analizzando il profilo fiscale nonché il parallelismo con l'istituto delle donazioni indirette e facendo un punto sulle diverse teorie che si sono succedute in dottrina ed in giurisprudenza su entrambi gli argomenti.

>>> Clicca qui per leggere l'articolo ed entrare nella sezione Diritto Commerciale 

 

Fondazione Telos Centro Studi dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma
Via Flaminia, 141 - 00196 Roma 
Email info@fondazionetelos.it  - Cod.Fiscale e P.IVA 07068111009